Oggi vi propongo la ricetta della marmellata di limoni, questi deliziosi e profumatissimi agrumi dal colore giallo intenso. Si ottiene una marmellata fresca e profumata, perfetta per essere gustata a colazione, ma anche per preparare tanti tipi di dolci oppure per accompagnare piatti salati a base di carne o formaggi.

Detto ciò, mettiamoci all’opera e vediamo insieme ricetta e procedimento.

Ingredienti:

1 chilo limoni non trattati

650 gr zucchero semolato

½ bustina vanillina

 

Preparazione:

Per prima cosa lavare bene i limoni e spazzolarli per eliminare ogni residuo di sporco dalla buccia, dato che la ricetta prevede l’utilizzo delle bucce.

Io preferisco usare solo una parte delle scorze dei limoni, cca ¼ del totale, per accentuare il sapore del prodotto finale, senza però dare un retrogusto troppo amaro alla marmellata.

Le bucce rimaste non vanno assolutamente buttate. Si possono utilizzare fresche per insaporire sia i dolci, che i piatti salati, oppure essiccarle o congelarle, per averle sempre a disposizione.

Dopo aver lavato bene i limoni ed eliminato parte delle scorze, procedere col tagliarli a fette sottili ed eliminare eventuali semi.

Mettere le fettine di limone in una ciotola capiente, coprirle con acqua fredda e lasciarle riposare per alcune ore (ad esempio dalla sera alla mattina).

Trascorso questo tempo scolare i limoni e metterli in una pentola capiente aggiungendo acqua fredda pulita, fino a coprirli. Portare a bollore e far bollire per 10 minuti.

Dopo 10 minuti scolare di nuovo i limoni tenendo da parte 350 ml del liquido di cottura.

Mettere i limoni in una pentola pulita e aggiungere i 350 ml di liquido, 650 gr zucchero semolato e ½ bustina di vanillina.

Portare di nuovo a ebollizione e far cuocere per cca 40 minuti a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto.

Trascorso questo tempo frullare il composto con il frullatore a immersione e far cuocere per ancora 5 o 10 minuti, sempre a fuoco basso, mescolando spesso.

Mentre la marmellata cuoce, preparare i vasetti nei quali andrete a versarla. Trovate qui le indicazioni del Ministero della Salute su come pulire e sterilizzare i vasetti per le conserve.

Mettere i vasetti (senza coperchio) ben puliti e asciutti per qualche minuto nel forno riscaldato a cca 60°C, prima di versarci dentro la marmellata, in modo da evitare che possano rompersi nel momento in cui andranno riempiti.

Trascorso il tempo di cottura, riempire i vasetti uno alla volta, con l’aiuto di un mestolo e chiuderli con i tappi ben puliti e perfettamente asciutti.

I vasetti si possono capovolgere, ma il sottovuoto dovrebbe crearsi cmq, con il calore della marmellata. Una volta raffreddati i vasetti, controllare che il sottovuoto si sia formato, premendo al centro di ogni tappo. Se non si sente il classico “click clack”, i vostri vasetti di marmellata sono pronti.

Infine applicare delle etichette con indicazioni sul contenuto del barattolo e la data di produzione.

I vasetti si conservano a temperatura ambiente, in un luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce.